Comunicazione inerente lo stato passivo

A completamento di quanto in precedenza trasmesso agli iscritti (email circolare del 04.02.2013) relativamente alla comunicazione ai creditori ex art. 92 L.F., (così come novellato dall’art. 17 del d.l. 179/12, conv. con mod. nella L. 221/12), si richiama l’attenzione sulla successiva fase inerente il progetto di stato passivo ed il suo deposito in cancelleria e si forniscono le seguenti raccomandazioni.

1)  Il Curatore nell’avviso ai creditori ex art. 92 L.f., da inviarsi a mezzo posta elettronica certificata (se il relativo indirizzo del destinatario risulta dal registro delle imprese ovvero dall'Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata delle imprese e dei professionisti) e, in ogni altro caso, a mezzo lettera raccomandata o telefax presso la sede dell'impresa o la residenza del creditore, inviterà i creditori a creare un file PDF per la domanda di ammissione con gli allegati organizzati con la funzione  “segnalibro”. Quanto sopra per dar modo agli Organi della procedura di consultare simultaneamente la domanda e gli allegati ad essa collegati. Qualora la funzione “segnalibro” non potesse essere inserita dal Curatore, si raccomanda di creare due cartelle: la prima con la sola domanda di ammissione e la seconda con gli allegati, numerati con il solito criterio richiamato nella domanda.

2)  Nel progetto di Stato passivo, il Curatore dovrà ordinare le domande in ordine cronologico secondo la data di ricevuta di Avvenuta Consegna (RdAC). La data e l’ora della RdAC determinano il momento della ricezione, ai fini dei termini processuali. 

3) Il Curatore, in occasione del deposito nella Cancelleria del Tribunale (almeno quindici giorni prima dell'udienza fissata per l'esame dello stato passivo) del progetto di stato passivo (ex art. 95 L.f.) con le relative domande, dovrà comportarsi nel seguente modo:

a) predisporre il progetto di stato passivo in formato cartaceo  e, per  il giorno dell’udienza, lo stato        passivo, sempre in formato cartaceo (secondo il prospetto allegato);

b) predisporre la copiatura dei file su cd rom, da masterizzatore, contenente le domande e gli allegati (secondo le modalità sopra indicate). Il CD – R non deve permettere la riscrittura o la cancellazione e quindi dovrà permettere la sola registrazione   dei dati. 

 

xlsAllegato

Viale Spartaco Lavagnini, 42 - 50129 FIRENZE

Telefono: 055.3910920 - Fax: 055.470788

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

C.F. 94152840487